LOMBALGIA

Disturbo particolarmente frequente negli studi chiropratici è la lombalgia, meglio nota come dolore lombare o mal di schiena. La lombalgia è un disturbo muscolo-scheletrico che, come la cervicalgia, può avere diversa durata e intensità.
A seconda della durata del dolore la lombalgia si differenzia in forma acuta, subacuta e cronica. La lombalgia acuta è caratterizzata da un forte dolore di breve durata (pochi giorni); a questa categoria appartiene il classico colpo della strega. La lombalgia subacuta è caratterizzata da un dolore meno forte, che si risolve entro 3/6 mesi. La lombalgia cronica invece è caratterizzata da un dolore molto più sopportabile del dolore acuto che dura da più di 6 mesi. Col tempo la forma cronica può portare a effetti più gravi ed è causata dalla sindrome bio-psico-sociale, ovvero l’insieme di fattori bio-psico-sociali che protrae la forma acuta nel tempo.
È importante sapere che per lombalgia non si intende lombosciatalgia e sciatalgia, entrambi argomenti che discuteremo nel prossimo articolo.
Le cause più comuni del mal di schiena sono: ernia al disco, contratture muscolari, scoliosi, postura scorretta, iperlordosi e stress. Movimenti scorretti e scarsa forma fisica possono essere cause ulteriori.
Durante la prima visita, sia durante l’anamnesi che durante l’esame fisico, viene confermata sia la condizione che la causa, e viene studiato un piano di aggiustamenti specifico per il paziente in questione.
Anche in questo caso è importante portare radiografie o risonanze magnetiche che possano aiutare il chiropratico nello studio del caso.
Cosa può fare la chiropratica per pazienti con lombalgia? Mediante aggiustamenti chiropratici è possibile ridurre o diminuire il dolore, migliorare la postura, correggere le sublussazioni che possono causare o peggiorare la lombalgia, migliorare i sintomi e la risposta a livello neurologico.